Scopri le montagne del Piemonte con le bici elettriche

haibike-2015-01

Respirare aria pulita, lontano dalla città, immersi nel verde e nella natura delle meravigliose Alpi Marittime, a bordo di una bici elettrica in compagnia di un gruppo di amici, terminando la giornata con un aperitivo o una cena in tutto relax. Che ne dici?

Botteroski organizza la tua vacanza da sogno con una serie di itinerari adatti a ogni esigenza: dal percorso facile a quello più impegnativo, sempre all’insegna del divertimento e dell’avventura. Avrai a disposizione vari modelli di bici elettriche da affittare per un paio d’ore o per un’intera giornata e la possibilità di affidarti a un ccompagnatore (gratuito per chi affitta la bici per minimo un tour giornaliero), godendo di tutti i vantaggi della “pedalata assistita”. La bicicletta a pedalata assistita è una bici alla cui azione propulsiva umana si aggiunge quella di un motore elettrico, riducendo, di conseguenza, lo sforzo fisico ma senza rinunciare al benessere di una bella pedalata. Ogni bicicletta del noleggio Botteroski è dotata di Gps, per aiutarti a seguire in modo sicuro e facile il percorso da seguire. Le nostre bici sono Scott e Haibike a pedalata assistita dotate di motori Bosch di ultima generazione.

haibike-2015-03

Ecco alcuni percorsi proposti da Botteroski per questa stagione:

– Tutti i venerdì sera Aperibike alle Marmotte: partenza da Limone ore 17,00, sosta a Chalet 1400 ore 18,00 e apericena alle Marmotte ore 20,00; ritorno da sentiero Morel e strada Romana di Limonetto. Livello difficioltà: facile (quasi tutto su asfalto).

– Tutti i sabati (o su richiesta) Tour dei Forti: partenza ore 8,00 con pulmino dal piazzale antistante lo store Botteroski per le Marmotte, colazione, Forte Pernante, Forte Margaria, Forte Centrale, Forte Tabourda, Forte Pepino; ritorno a Limone sul percorso della granfondo di Mtb ” La Via del Sale”. Livello difficioltà: medio (si richiede un minimo di abitudine alla sella per più ore)

– Tutte le domeniche Limone Casterino in Mtb a pedalata assistita: pranzo presso Chamois d’Or e ritorno. Livello difficioltà: facile

– Ogni giorno (per un minimo di tre persone) “La via del Sale”: Limone – Vallone San Giovanni – single track verso la Panice – Limone 1400 – Forti – Cima Becco Rosso – Colletto della Perla – Colletto Campanin – Baita 2000 – Capanna Niculin – Lago Terrasole – rientro a Limone; durata ore 6-7. Livello difficioltà: medio/alto (è richiesto un minimo di capicità di guida fuoristrada ed un minimo di allenamento)

– La Via Marenga, percorso di 150 Km, da Limone al mare con cena tipica presso albergo Santo Spirito e pernottamento; durata due giorni. Livello difficioltà: medio (si richiede un buon allenamento e preparazione fisica, resistenza a 10 ore cosecutive in sella)

Tour des Alpes Maritimes, anello Limone: ai bordi del Marguareis, pranzo al Rifugio Don Barbera – Monesi – Tanarello – La Brigue – Casterino; cena e pernottamento presso Chamois d’Or; secondo giorno ritorno verso Limone con visita delle principali fortificazioni. Livello difficioltà: medio

– Domenica 19 luglio Bike Elektric test gratuito con partenza dal noleggio Bottero Ski a Limone 1400.

sentieri-limone

Qui pui scaricare il percorso GPS.

In programma altre date da stabilire, come la degustazione di formaggi presso l’azienda Isola di Palanfrè, che verranno comunicate sempre su questo blog.

Salva


Zero Rh+: tecnologia e stile nella collezione cycling 2015

zerorh-bike-2015-01

Da Bottero Ski è arrivata la nuova collezione cycling primavera estate 2015 di Zero Rh+. Maglie, giacche, pantaloni, caschi, guanti, occhiali da sole e tutto quello che vi serve per le vostre avventure in bicicletta all’insegna della tecnologia e della sicurezza, senza dimenticare lo stile.

zerorh-bike-2015-02
La ditta italiana, infatti, si distingue per l’utilizzo di materiali altamente performanti e per l’elevata qualità dei capi realizzati, il tutto unito a uno stile inconfondibile e sempre al passo con i tempi.

Salva


Terremoto in Nepal: Caravanserai torna a casa

caravanserai Finisce la tappa 2015 di Caravanserai. Dopo il terribile terremoto che ha devastato il Nepal lo scorso 25 aprile, Valter Perlino e Sebastiano Audisio sono tornati in Italia. Come spiegano sul loro sito: “Noi oggi rientriamo, lasciando un paese in ginocchio. Sicuramente in Caravanserai 2015 gli eventi naturali hanno preso il sopravvento sulla volontà degli uomini. Il nostro progetto di viaggio avventura cicloalpinistico viene ad assumere una valenza totalmente diversa, che non avremmo voluto vivere. Una testimonianza che ci ha segnato e che vorremo e dovremo condividere per aiutare questo splendido popolo a rialzarsi. L’unica risorsa del Nepal è – o meglio è stata e dovrà essere – il turismo. Non abbandoniamo questo paese e le sue bellezze! Noi non siamo mai stati soli e abbiamo sentito vicino tante persone.”


L’inverno è finito: l’importanza di manutenzione e cura di sci e scarponi

manutenzione_sci1

Con la fine della stagione sciistica, bisogna prestare particolare attenzione agli attrezzi tanto amati che ci hanno regalato giornate di svago e competizione sportiva durante l’inverno. Riporre sci, bastoni e scarponi in maniera corretta è fondamentale per garantirne sicurezza e durata nella stagione successiva.

Trascurando questa fase, infatti, il rischio è di ritrovarsi all’inizio del prossimo inverni con le lamine arrugginite, con la soletta disidratata e con gli attacchi inefficienti. Per evitare che questo accada, provate a seguire i nostri consigli.

Prima fase: lubrificare perfettamente gli attacchi con un prodotto specifico

Raccomandiamo dei lubrificanti protettivi efficaci su tutti i tipi di sporco e grasso.

Seconda fase: sciolinatura a caldo

L’ideale sarebbe essere attrezzati con banco di lavoro, morse e ferro da sciolinatura, ma ovviamente non siamo tutti professionisti e una base d’appoggio e un vecchio ferro da stiro si recuperare facilmente.

PRIMA DI SCIOLINARE  PULIRE LO SCI
La pulizia serve per eliminare le impurità che la soletta raccoglie durante le discese sulle piste.
La soletta è molto delicata e rischiereste di rovinarla irrimediabilmente se non usate appositi solventi.
Potete utilizzare un detergente ecologico, preceduto da una spazzolata effettuata da punta a coda con una specifica spazzola di nylon, in modo da portare in superficie lo sporco annidato nella soletta, e poi asciugare utilizzando una spatola di plastica avvolta con della carta assorbente che trattenga tutte le impurità.

Solvente per soletta sci spazzola il nylon per sciolina

E’ importante, dopo la pulizia, lasciare lo sci fermo per almeno 24 ore per permettere al solvente contenuto nel detergente di evaporare completamente. Per velocizzare il processo di evaporazione, è possibile utilizzare un phon, per alcuni minuti, per scaldare la soletta.

SCIOLINATURA
Le scioline che il mercato offre oggi sono così performanti che è diventato difficile sbagliare la sciolinatura. Possono presentarsi in tre forme diverse: solide, liquide o spray.

solda-0820X-msolda-0516-xl

Le scioline solide sono le più conosciute poiché hanno seguito la storia dello sci, mentre quelle liquide o spray sono relativamente più recenti. Sono tutte molto efficaci, a patto che si usi il metodo adatto per apporle.
La sciolina ideale nel nostro caso è la paraffina bianca universale:
sciolina bianca universale

Per sciolinare a caldo dovremmo utilizzare un ferro apposito.

sciolinatore-plus-Sold�-1504_xl

Il segreto per apporre in modo ottimale la sciolina è quello di farla sciogliere direttamente sulla piastra del ferro invece di farla gocciolare sulla soletta (come si vede fare molto spesso). Appoggiando il ferro con la sciolina sulla piastra, infatti, avremmo la certezza che la sciolina penetrerà nella soletta nelle condizioni migliori, ovvero in forma liquida, e in una maggiore quantità. Bisogna prestare particolare attenzione durante questa fase, accertandosi che la sciolina sciolta sul ferro non generi fumi: questo denoterebbe una temperatura troppo alta del ferro e un conseguente deterioramento della stessa.
Per apporre la sciolina a freddo, invece, è necessario che la soletta venga preventivamente scaldata con un phon. Si spruzza poi la sciolina su piccole zone (20/30 cm) e la si tira immediatamente, facendo attenzione a non farla solidificare, con un tampone di sughero.

solda-1047-xl
Terminata l’operazione su tutto lo sci, scalderemo ancora una volta la soletta con il phon per far evaporare totalmente il solvente presente (la sciolina è allo stato liquido perchè è mescolata al solvente). Si può quindi passerare alla fase della spatolatura e spazzolatura.

Terza fase: spatolatura, spazzolatura e pulitura del fianco

La spatolatura delle scioline deve avvenire nei tempi previsti dal tipo di prodotto utilizzato, leggendo attentamente le modalità di utilizzo riportate sulla confezione. In linea generale, comunque, si può seguire questa semplice regola:
– per tutte le scioline o prodotti affini contenenti fluoro, spatolare e spazzolare il più rapidamente possibile
-per tutte le altre scioline, non vi sono problemi di tempo per la finitura.

Per questa operazione, è consigliabile usare le spatole esercitando una pressione non toppo elevata.

spatole plexiglass per sci e snowbard spatola in metallo sciolina

La spazzolatura è l’ultimo intervento che si compie sulla soletta, ma è anche uno dei più delicati e importanti, perché, se non attuato in modo corretto, può compromettere il lavoro svolto fino a quel momento. E’ consigliabile usare sempre spazzole in materiale naturale e nei vari tipi: ottone, bronzo, crine, vegetali, di caratteristiche differenti per quanto riguarda lunghezza e diametro del pelo.

solda-10392-xlsolda-10342-xl

Le operazioni di spatolatura e spazzolatura possono essere eseguite manualmente con passaggi lunghi e con pressione costante, agendo sempre dalla punta verso la coda, ricordandosi poi di pulire accuratamente i fianchi dello sci con l’apposito raschietto.

Attenzione, però: per quanto riguarda la manutenzione estiva, si procede esattamente come per la sciolinatura regolare, ma non si rimuove la sciolina in eccesso.

Per vedere tutti i prodotti necessari alla manutenzione dei vostri sci visitate il nostro sito www.botteroski.com e troverete tutto ciò che vi serve.

TagliandoSci_bBlog600x350_2015-05-12

Salva


Blauer: quando la qualità è di tendenza

blauer-2015-01

Linee sportive e grintose contraddistinguono la collezione primavera estate 2015 di Blauer. La qualità, la sapienza artigianale, lo slancio creativo dell’azienda made in Italy che ha sempre saputo guardare al futuro, scegliendo tra alta tecnologia e modernità, pur mantenendo vivo quel coinvolgimento, quella passione unica e singolare tipica di una gestione familiare.

blauer-2015-02
I nuovi giubbotti in nylon sono proposti in vivaci tonalità di colore e nei colori più classici, con linee inedite e fashion.
Scopri la nuova collezione Blauer uomo e donna su botteroski.com

Salva


Grande successo per la VI edizione di “Sci di fondo on the beach”

sci-on-the-beach-04

sci-on-the-beach-2015-04

Si è svolta sabato 25 aprile, sulla spiaggia Baia del Sole di Laigueglia (SV), la VI edizione di “Sci di fondo on the beach”, gara goliardico-solidale di sci di fondo, gozzi, ciaspolate, tiro allo slittino.

Ospiti pluripremiati della manifestazione Marta Bassino, la giovanissima atleta Cuneese, entrata in nazionale di sci con ottimi risultati già in questa prima stagione, e Pietro Dutto, l’atleta nazionale di Biathlon, da anni testimonial di BotteroSki in giro per il mondo.

sci-on-the-beach-2015-02

sci-on-the-beach-2015-05

A sfidarsi sulla sabbia le squadre di Clusone (BG), Aprica (SO), Valle Stura e Festiona (CN), Limone Piemonte (CN), Prato Nevoso e Valle Pesio (CN), ed altre locali in rappresentanza di Laigueglia Alassio e Baia del Sole. Stelle e campioni dello sci di fondo e dello sci alpino presenti per questa edizione che vede la partecipazione ufficiale per la prima volta del Team del Corpo Forestale dello Stato, capitanato dal mezzofondista vice campione europeo Angelo Carosi, e composto dagli sportivi Dino Dionisi, Marco Finizii, Massimiliano Putignani e Alessandro Mazzilli.

sci-on-the-beach-2015-03

sci-on-the-beach-03
Partecipazioni straordinarie quelle di Alessandra Merlin, campionessa mondiale juniores 2014 e 31° del ranking mondiale assoluto nella specialità dello slalom gigante nell’ultima stagione invernale 2015, e di Marta Bassino, il talento piemontese e futuro dello sci alpino italiano femminile.  Oltre a numerosi “campioncini” dello sci di fondo come Virginia Palazzi, under 16 campionessa italiana (gimkana) , Martina Bellini, under 18 vice campionessa italiana (sprint e tecnica classica), Nicola Castelli, under 18 campione italiano (team sprint), Elisa Carrara, under 20 vice campionessa italiana (sprint), Elisa Carrara e Martina Bellini che si sono classificate terze ai campionati italiani di staffetta, Nicola Castelli che ha partecipato ai giochi olimpici europei della gioventù. Un altro nazionale in rappresentanza del Biathlon chiuderà il gruppo degli ospiti presenti: Pietro Dutto.

sci-on-the-beach-2015-01

 

sci-on-the-beach-02

Durante le gara i partecipanti hanno dovuto superare l’ostacolo di “Cuccipopotamo”, spettacolare essere metà uomo e metà ippopotamo in via di estinzione, collocato per l’occasione in una tipica pozza fangosa (sua partecipazione in esclusiva mondiale).

sci-on-the-beach-01


image_pdfimage_print